00 9/2/2021 12:03 PM
Re:
NeuroEngineer (os9P210827), 01/09/2021 11:50:

-) Ciao, sono anch'io appassionato di fisica quantistica e mi piacerebbe avviare una discussione con te. Ho avuto esperienze OOBE. email robdon2323@gmail.com
Ciao. G.
: ho creato una pagina sul forum per parlarne, ti invio il link https://viaggioastrale.freeforumzone.com/discussione.aspx?idd=11771760&

-) Fede_Se, torniamo a noi.
"per poi giungere in camera di mio figlio dove, come avevo già anticipato in precedenza in qualche mio post, mi sto recando nel tentativo di eseguire una particolare preghiera per guarirlo da una malattia autoimmune."
Sono uno scienziato e come capirai il mio consiglio è quello di rivolgersi ad un medico. Non voglio assolutamente intromettermi nelle questioni personali, ma se qualcuno si sente male bisogna curarlo con la medicina, non con la preghiera. Se si aspetta troppo si potrebbe arrivare a conseguenze più gravi.

-
Anche io sono un viaggiatore astrale ma di solito mi concentro più sull'ambiente che sulle persone. Che sensazioni provi quando le tocchi? A livello tattile, cosa percepisci in modo particolare? Si sente la pelle oppure qualcos'altro?
-


Quando attraversi le pareti, cosa percepisci? Le attraversi senza problemi, come se fossero invisibili, o al contrario percepisci una sorta di impedimento fisico?
-


Una volta entrato nel mondo astrale, sei mai andato vicino ad una sorgente di elettroni? Ti sei mai avvicinato a prese della corrente, lampadine, elettrodomestici, cavi, televisioni o simili? Se sì, cosa è successo?
-

Quando interagisci con il tuo corpo fisico, le percezioni che ti arrivano provengono dal tuo te astrale/dal tuo te fisico/da entrambi o da nessuno dei due?
-

Cosa percepisce esattamente tua moglie quando la tocchi nell'astrale?
-



"La mia personale interpretazione, è che la densità del corpo astrale sia in qualche modo - modificabile - ": ho una teoria che spiega quasi alla perfezione il mondo astrale e l'OBE. E' verificata da ogni testimonianza e da ogni tipologia di dati che ho raccolto fino ad ora. Ha a che fare con le neuroscienze e la fisica quantistica, se con le risposte alle mie domande se ne ha un'ulteriore conferma, ti invio la mia ipotesi per iscritto.
Sappi che rispondendo alle domande aiuti molto per un progetto che stiamo portando avanti con la startup (indurre un ambiente virtuale onirico/astrale) e nella ricerca scientifica del fenomeno in generale, che avanza con molte difficoltà.

Anche io sono un onironauta veterano e un viaggiatore astrale (ma in questo campo, al contrario dei sogni lucidi, molto principiante) e quindi capisco che il fenomeno è reale (o almeno possa sembrarlo).
Grazie in anticipo delle eventuali risposte e di aver accettato una conversazione!😃



Ciao,

sulla tua prima osservazione si potrebbe aprire una digressione molto lunga, ma alla fine mi sento di darti un solo consiglio. Il tuo progetto è molto ambizioso, ma non funzionerà se utilizzerai come base unicamente quella che tu chiami scienza : ti serve un secondo pilastro molto più complesso da studiare, costituito dall'insieme delle discipline che nel corso del tempo hanno accompagnato l'uomo ( spiritualità, esoterismo, teosofia, antroposofia, sciamanesimo, lo yoga del sogno e del sonno, lo studio dei mondi sovra sensibili .... )
Pensa ad esempio agli studi fatti da Monroe e all'Istituto che ha fondato : è partito dallo studio dei suoni e delle frequenze che inducono determinati effetti nei due emisferi cerebrali , raggiungendo via via le diverse profondità nelle sue esplorazioni ( i famosi Focus ), ma poi si è inevitabilmente scontrato con una serie di argomentazioni che non aveva previsto e che gli hanno aperto molti mondi sconosciuti.

Ciò che voglio dire è che c'è poco di razionale e scientifico in questo mondo, soprattutto perché ne sappiamo ancora molto poco , e l'approccio ad una applicazione che faciliti all'uomo l'entrata in questo piani dovrebbe partire anche da questi presupposti.

Ti rispondo poi punto per punto:

Le sensazioni sono quasi le stesse del mondo fisico, solo che si percepisce anche una sorta di tensione energetica, una specie di fremito: tutto è più amplificato, come ti scrivevo, quindi anche il tatto è come se avesse maggiore capacità di recepire informazioni.

Non c'è impedimento fisico, ma quando le attraversi senti la materia che ti penetra con le diverse densità: personalmente percepisco anche la differente temperatura.

Immagino intendessi corpo astrale, non fisico . Le percezioni arrivano dal mio se astrale, e possono avere riflessi sul corpo fisico a seconda dello stato emotivo che provo.

Dipende dal tipo di esperienza, se tocco il suo corpo astrale o se tocco il suo corpo fisico genero sensazioni differenti.

Sull'ultimo punto si potrebbe aprire una parentesi troppo lunga. Parli di "induzione dell'ambiente" , ma posso dirti che i piani astrali esistono , in uno spazio che i nostri sensi fisici non vedono e in un tempo che non è misurabile. Non c'è bisogno di indurre, c'è bisogno di aprire le nostre coscienze alla comprensione di questi mondi : lavora in questo senso.


Grazie a te e in bocca al lupo per il tuo progetto.🙏