00 1/28/2021 8:46 AM
Buongiorno Cassandra77, sicuramente hai ragione.
L'ignoto ha giocato un ruolo importante ed ha causato la mia paura. Se avessi letto o se mi fossi informata a dovere prima, non mi avrebbe preso alla sprovvista e magari avrei reagito diversamente. Ma c'è una componente che mi arrovella la mente e non mi è ancora chiara, lo stato di terrore che avevo e il frenetico desiderio di poter tornare in me. A differenza di tutte, e dico tutte le esperienze lette finora, gli altri hanno trovato un senso di gioia, di curiosità ecc..anche essendo la prima volta, perché solo io no? Dopo la mia prima esperienza mi sono documentata ed anche nelle successive volte il mio stato era lo stesso, non so come spiegarlo ma era come se il terrore, di non rientrare nel mio corpo, prendesse il sopravvento e annullasse tutto ciò che io avevo letto e che sapevo. Quindi non era tanto la paura dell'ignoto ma paura di non saper gestire il momento e di conseguenza non poter "rietrare".
Comunque grazie per la tua risposta, mi ha fatto riflettere oltremodo.
Un caro saluto.